Riapertura primaverile piscina: le cose da sapere

Con l’avvicinarsi dell’estate arriva il momento in cui è necessario provvedere a rimettere in funzione la nostra piscina, di qualunque genere esso sia. Le operazioni da eseguire sono semplici ma bisogna effettuarle con parsimonia ed attenzione così da evitare eventuali infiltrazioni di sporco in acqua. Innanzitutto il momento migliore per decidere di effettuare questo tipo di operazione è la primavera, lontano dal caldo estivo in maniera da evitare che l’acqua non inneschi processi di alterazione alla nostra struttura sotto il telo di copertura che abbiamo posto prima dell’arrivo dell’inverno.

Le principali operazioni da effettuare sono:

  • Rimozione copertura invernale;
  • Ripristino livello dell’acqua e verifica condizioni parametri chimico/fisici;
  • Riattivazione impianto di filtrazione;
  • Trattamento shock – Superclorazione;
  • Verifica valori Ph e Cloro dell’acqua;
  • Montaggio trampolini, scalette e accessori di arredo.

Per eseguire questi passaggi ci occorre:

  1. Pompa svuota teli;
  2. Retino, spazzola o scopa con setole morbide;
  3. Detergente per la pulizia dei teli invernali;
  4. Kit di chimici per la riapertura.

PROCEDIAMO.

Prima di procedere alla rimozione della copertura è necessario dargli una pulita da eventuale sporco, con una spazzola o una scopa con setole morbide, e tracce d’acqua in eccesso, adoperando una pompa aspira liquidi. Ricorda di pulire anche il perimetro esterno dallo sporco.

Come curare una piscina fuori terra in inverno

Fatto ciò possiamo rimuovere il telo, magari con l’aiuto di un amico, riponendolo accuratamente nella sua custodia evitando che possa essere danneggiato ( prima di accantonarlo puliscilo utilizzando acqua e detergente con una spazzola); se la copertura non ha protetto la piscina l’acqua si presenterà sporca e verde per la formazione di alghe, perciò dovremo procedere allo svuotamento completo e pulizia accurata delle pareti e del fondo della piscina.

pulizia piscina

Passiamo alla riattivazione dell’impianto di filtrazione, il quale si dovrà mantenere pulito per un perfetto filtraggio dell’acqua provvedendo anche a fare test sulla sua qualità con uno specifico kit.

filtri e depurazione

Prima di mettere in funzione la piscina effettuiamo il trattamento shock, che analizza i valori come pH e alcalinità; una volta che questi valori sono regolati il trattamento prevede di utilizzare una dose superiore o doppia di dicloro rispetto a quella che utilizzi per il mantenimento e disinfettante sempre in dose maggiore alla norma. Questo particolare trattamento va poi ripetuto dopo ogni quindici giorni e in successivi casi di necessità.

trattamento-acqua

Infine installiamo le scalette,i  trampolini, i corrimano e gli altri accessori rimossi durante la chiusura. Lubrifica viti e bulloni per prevenire che si arrugginiscano durante l’estate e fai andare la tua piscina!

montaggio-piscina-7

Per almeno 24 ore puliscila dalla sporcizia utilizzando un aspiratore manuale o un robot piscina. Esegui  nuovamente un test su i valori dell’acqua per assicurarti che sia tutto nella norma.

Se tutto è in regola e l’acqua ha un bel colore è arrivato il momento di farsi un bel tuffo!

Leave a comment

Navigate

ThemeREX © 2021. All rights reserved.